Complicazioni dopo la chirurgia del cancro al colon

Panoramica

La forma del cancro del colon nei tessuti della parte più lunga dell’intestino grosso, quasi tutti i casi di cancro del colon richiedono un intervento chirurgico, ma con progressi moderni e rilevazione precoce, meno del 5% dei pazienti richiederà una colostomia secondo l’American College of Colon e Rettal Chirurghi (ACCRS). Una colostomia reindirizza l’intestino attraverso la pelle dell’addome. La portata della chirurgia dipende dalla posizione e dalla dimensione del tumore. Le complicanze della chirurgia del colon dipende dall’età e dalla condizione fisica dell’individuo, dalla fase del cancro e dal tipo di intervento chirurgico utilizzato. La chemioterapia e la radiazione possono essere parte del trattamento.

Infezione

Mentre il colon viene pulito con lassativi o clisteri prima dell’intervento chirurgico, può verificarsi l’infezione. Secondo gli Istituti Nazionali di Salute (NIH), l’infezione può verificarsi intorno al sito di incisione sull’addome o all’interno della cavità addominale o della peritonite. La guarigione diventa difficile con l’infezione. Il trattamento può richiedere antibiotici a lungo termine o un’ulteriore chirurgia può rivelarsi necessaria.

emorragia

Ogni volta che si verifica una grande chirurgia, può verificarsi sanguinamento. Rimuovere parte del colon provoca una chirurgia molto aggressiva e la perdita di sangue durante la procedura e dopo l’intervento chirurgico. Possono essere necessarie trasfusioni di sangue. Se l’addome diventa disteso o stretto, può indicare sanguinamenti interni e un’altra chirurgia può diventare necessaria per individuare la fonte.

Ripartizione dell’anastomosi

La sezione del colon che contiene il cancro viene solitamente rimossa e le due estremità vengono suturate o cucite insieme in modo che i rifiuti del corpo possano muoversi liberamente attraverso l’intestino. Il luogo dove si incontrano le due estremità è chiamato anastomosi. Se questa parte riparata dell’intestino non guarisce correttamente, la linea di sutura si rompe e si verifica l’infezione. Un’altra operazione, e forse una colostomia, può diventare necessaria per riparare il colon.

Problemi con l’intestino e la vescica

I pazienti possono avere problemi dopo l’intervento chirurgico avendo un movimento intestinale o urina di passaggio. Le funzioni normali dell’intestino e della vescica normalmente restituiscono entro pochi giorni dall’intervento. A seconda della portata dell’intervento chirurgico possono verificarsi complicazioni più gravi. Il medico e gli infermieri verificheranno attentamente il numero di pazienti affetti da urina e quanti movimenti intestinali si verificano. Se la funzione non ritorna prontamente, può essere presente un’ostruzione o un blocco intestinale o danni alla vescica, ai reni e alle uretere, al tubo tra i reni e la vescica che muove l’urina, durante la chirurgia.

Con la chirurgia del cancro del colon, complicazioni possono verificarsi con altre parti del corpo o organi a causa della procedura chirurgica. I medici spostano strutture e organi intorno durante l’intervento chirurgico per meglio visualizzare il sito del cancro. Può verificarsi la perforazione, che è un foro accidentale o una foratura attraverso la parete dell’organo durante l’intervento chirurgico. La milza, la vescica e ureteri possono danneggiarsi se rimangono vicini al cancro. Le complicanze durante l’intervento chirurgico possono richiedere una colostomia non pianificata.

Gli uomini che hanno avuto un’ampia chirurgia per il cancro al colon possono avere problemi con la funzione sessuale secondo la American Cancer Society. Possono verificarsi orgasmi secchi, una sensazione di piacere, ma senza sperma. In rari casi, un uomo potrebbe non essere in grado di avere un’erezione. Le donne non dovrebbero normalmente avere problemi con la funzione sessuale dopo la chirurgia del colon. L’utero può essere rimosso durante la chirurgia del colon, quindi la futura gravidanza non è possibile.

Lesioni agli organi vicini

Complicanze sessuali